Home / Sfruttare il web / Guadagnare con il Web / Sixth Continent / SixthContinenth: quello che c’è da sapere

SixthContinenth: quello che c’è da sapere

Qualcuno ne parla come il Facebook degli acquisti, qualcun altro come il Google dei consumi: SIXTHCONTINENT unisce il mondo della compravendita online con la logica social, con l’obiettivo di far risparmiare i propri clienti e, allo stesso tempo, redistribuire i guadagni tra tutti gli utenti del mondo.

L’idea alla base di SIXTHCONTINENT è di approfittare degli investimenti delle aziende in pubblicità e degli sconti nei settori che hanno grandi margini di guadagno per consentire agli utenti di risparmiare sugli acquisti, anche di beni di prima necessità.

Ma come funziona, nella pratica? Se un utente registrato sulla piattaforma acquista e paga – ad esempio – una gift card, subito dopo riceve un credito direttamente sul proprio portafoglio virtuale SIXTHCONTINENT, come premio per l’acquisto. L’importo varia da caso a caso, ma con una gift card del valore di 100 euro se ne possono tipicamente ricevere 25. Con questo credito premio l’utente può fare nuovi acquisti, utilizzando il premio per pagare fino al 50% del valore del nuovo bene.

Ciò significa che, con i 25 euro dell’esempio, si può acquistare un buono carburante o un’altra gift card del valore di 50 euro pagando solo la metà. Le shopping card disponibili per l’acquisto sono catalogate all’interno di un sistema di ricerca e filtri che le suddivide in base al settore merceologico, al Paese, al marchio e alla descrizione.

Il margine di guadagno di SIXTHCONTINENT deriva dall’aver utilizzato gli introiti del budget pubblicitario, il cosiddetto pay per sale, per l’acquisto delle gift card.

E questo margine viene diviso tra l’utente, che può fare un acquisto risparmiando il proprio denaro, tra tutta la community di SIXTHCONTINENT, a cui viene distribuita una percentuale del guadagno, a cui si unisce l’effettivo profitto dell’azienda.

sixthcontinentlogo

Una delle peculiarità di questo mercato, basato su un modello definito economia toroidale, è la possibilità per i consumatori di guadagnare, attraverso gli acquisti dell’intera Community, un Credito utilizzabile per pagare una serie di beni primari, che vanno dai supermercati come Tesco alle grandi aziende di ecommerce come Amazon, arrivando fino a distributori di benzina, negozi di abbigliamento e catene di alberghi.

Ideato da Fabrizio Politi, questo social network degli acquisti è basato sull’algoritmo Moderate Monetary System (noto anche come Mo.Mo.Sy.) elaborato dallo stesso Fabrizio Politi che ha basato i propri studi sulle formule dei giochi del matematico John Nash. Secondo questo modello, i Consumatori e le Imprese possono convivere in un sistema più efficiente per tutti se ci sono attività produttive che re-immettono una parte dei profitti all’interno del ciclo produttivo. Una sorta di credito di cittadinanza, che in questo caso specifico si concretizza con la redistribuzione di una parte dei profitti su tutta la comunità di utenti.

L’appellativo di social network deriva dal funzionamento della piattaforma: una volta completata la registrazione, si può interagire con gli altri utenti chiedendo l’amicizia ai già iscritti o invitando gli altri contatti a partecipare. L’accumulo di credito sulla piattaforma dipende, oltre che dagli acquisti eseguiti, anche dalle compravendite degli amici, e di conseguenza dal numero di contatti. Anche chi si iscrive e non fa l’acquisto iniziale, dunque, vede crescere il proprio credito, spendibile entro una scadenza mensile sotto forma di sconti.

Il modello di SIXTHCONTINENT si basa su un’economia di scala, sul raggiungimento di una massa critica di utenti che possa far redistribuire la ricchezza su larga parte dei cittadini. Nel mondo gli iscritti sono milioni, e nel panorama della piattaforma si trovano già migliaia di marchi tra cui almeno 700 sono di aziende leader del proprio settore: questo spiega anche da cosa deriva la scelta di chiamarsi sesto continente. Il logo, con sei persone di colori differenti e un richiamo cromatico ai cerchi olimpici, accompagna il motto United We Are Free.

SIXTHCONTINENT descrive se stesso come l’ecommerce degli ecommerce, con un volume d’affari che, per la sola Italia, raggiunge già i dieci milioni di euro mensili. Il dato più impressionante resta però la crescita, con un incremento mese-su-mese compreso tra il 20% e il 30%. Le proiezioni di fine anno, in particolare, stimano un volume d’affari di 40 milioni di euro per il mese di dicembre 2017.

Dopo l’esordio dell’ottobre 2014 negli Stati Uniti e il successivo arrivo in Europa e India, l’azienda ha annunciato lo scorso maggio di essere passata all’attivo nel mercato statunitense. Il quartier generale dell’azienda è in California, ma una seconda sede è aperta in Italia, a Milano. Entro la fine del 2017 è previsto il lancio, in versione beta, in Giappone e Corea, in parallelo alla valutazione di un possibile ingresso futuro nel mercato cinese.

A proposito di Daniele

Sono un giovane diciottenne appassionato dalla scrittura e dal mondo della tecnologia. Amo leggere e condividere le mie conoscenze attraverso parole ed immagini.

Leggi anche..

Multicard 100€ a 60€ – Amazon,Zalando,Esselunga

Da oggi, per un tempo limitato, puoi acquistare la Giro d’Italia Multicard Italia. Si tratta della nota …